Lo sapevi? Abbiamo lanciato l'app di atletipercaso per tutti gli smartphone Apple e Android. Scaricala subito cliccando sul pulsante qui sotto

iOS app su App Store undefined

oppure prosegui con la lettura
footworks

russia-bandieraNiente da fare per i 68 atleti russi che avevano fatto ricorso al TAS contro la decisione della IAAF di sospendere la Russia da tutte le competizioni. Questi atleti avevano infatti fatto richiesta di poter partecipare come atleti indipendenti sotto la bandiera olimpica, come faranno la Klishina e la Stepanova.

Non potrà prendere parte alle Olimpiadi di Rio la campionessa Yelena Isinbyeva che ieri si dichiarava positiva riguardo alla questione dopo aver partecipato all’audizione.

Dopo essersi visti chiudere le porte in faccia da IAAF e TAS, gli atleti russi dovranno riporre tutte le proprie speranze nel CIO che avrà l’ultima parola.
Dick Pound, presidente della WADA e vice presidente del CIO ha dichiarato: “Il CIO è al momento riluttante a prendere in considerazione una totale esclusione dei russi. Quando si deve prendere una decisione così grave, come l’esclusione di tutta una delegazione, si vuole essere sicuri di non incappare in ostacoli giuridici”.

Il rischio è quello di vietare la partecipazione alla più importante rassegna sportiva ad atleti puliti che avrebbero gareggiato senza imbrogli. Il portavoce di Vladimir Putin, Dmitry Peskov, ha commentato così la vicenda: “Crediamo che il principio di responsabilità collettiva sia inaccettabile. Stiamo parlando di atleti che si stanno preparando seriamente per le Olimpiadi e che non hanno niente a che vedere con il doping e con le accuse e che sono stati regolarmente testati da agenzie anti-doping straniere“.

Ieri la Federazione Russa aveva ufficializzato la lista dei convocati per le Olimpiadi di cui fanno parte anche i 68 atleti che avevano fatto ricorso al TAS. Al momento le uniche due atlete russe che saranno presenti a Rio saranno la mezzofondista Yuliya Stepanova e la saltatrice Darya Klishina, entrambe residenti negli Stati Uniti.

Nei prossimi giorni il CIO dovrà decidere se seguire le orme della IAAF o se lasciare una porta aperta agli atleti che si dimostreranno puliti.

Argomenti:

Lascia un commento


 

Traduzioni

  • German (Austria)
  • Deutsch
  • Danish
  • English
  • Suomi
  • Français
  • Magyar
  • Italiano

FOTO: Campionati Eur...

Saranno quattro giornate impegnative quelle che vedranno salire sulla pista blu dello  [ Leggi Tutto ]

GROSSETO2017: Orario...

La pista azzurra dello stadio “Carlo Zecchini” di Grosseto è pronta ad  [ Leggi Tutto ]

FOTO: 42° Gran Prem...

A distanza di una settimana siamo tornati ancora sul luogo del delitto.  [ Leggi Tutto ]

FOTO: 42° Gran Prem...

Dopo un po’ di assenza, torniamo a fare foto in Trentino! Domenica  [ Leggi Tutto ]

Chevrier e gli azzur...

Euro Kamink 2017 – Il Mountain Running Italian Team tinge d’azzurro i  [ Leggi Tutto ]

AMSTERDAM2016: Tambe...

L’ultima giornata di gare per il team italiano è stata la più  [ Leggi Tutto ]

Positivo anche il ca...

Dopo Londra2012, niente Rio2016 per Alex Schwazer, salvo colpi di scena eclatanti,  [ Leggi Tutto ]

Daniele D'Onofrio e ...

Si è oggi corsa tra le strade cittadine della città toscana di  [ Leggi Tutto ]

I nomi dei 110 convo...

Ufficializzata oggi la lista dei 110 atleti che prenderanno parte ai raduni  [ Leggi Tutto ]

PECHINO: Tutti gli o...

Manca meno di una settimana all’inizio dei Mondiali di Pechino e l’attesa  [ Leggi Tutto ]

FOTO: Campionati Eur...

Saranno quattro giornate impegnative quelle che vedranno salire sulla pista blu dello  [ Leggi Tutto ]

Eugenio Rossi vince ...

Livorno questa sera è stata la protagonista del salto in alto italiani  [ Leggi Tutto ]

FOTO: Campionati Reg...

E’ tempo di Campionati Regionali Assoluti anche in Lombardia, dove lo scorso  [ Leggi Tutto ]

FOTO: Campionati Reg...

Lo scorso fine settimana ad Arezzo si sono svolti i Campionati Toscani  [ Leggi Tutto ]

FOTO: Riunione Regio...

Ieri mattina abbiamo fatto un salto anche a Milano per la Riunione  [ Leggi Tutto ]

Social

facebook twitter instagram youtube Google+ rss

Android app on Google Play iOS app su App Storerss

Sponsor