BOSTON : Catturato anche il secondo sospettato dell’attentato alla maratona

dzhokhartsarnaevTermina così la prima fase delle indagini sulle bombe esplose lunedì all’arrivo della maratona di Boston, uccidendo 3 persone e ferendone più di 100.

Dopo la morte a causa di uno scontro a fuoco con la polizia di Tamerlan Tsarnaev, uno due fratelli sospettati di aver piazzato gli ordini, anche Dzhokhar, il più giovane dei due, è stato trovato e in questo caso arrestato.

Il 19enne ceceno era nascosto dentro una barca parcheggiata nel cortile di una abitazione privata. L’allarme è stato dato proprio dal proprietario dell’imbarcazione, che aveva notato tracce di sangue sulla fiancata e il telo di copertura muoversi. Quando andando a controllare ha notato un corpo ha subito chiamato la polizia.

L’arresto è avvenuto con molta attenzione, visto che la polizia non sapeva se il sospetto avesse con se ordigni da lanciare contro gli agenti, come successo la sera della morte del fratello. Le forze dell’ordine quindi hanno provveduto a lanciare fumogeni e granate luminose per stordire il ceceno prima di tentare l’avvicinamento.

Tuttavia il ragazzo era già di suo poco reattivo viste le gravi ferite al collo e ad una gamba. Al momento è in cura presso l’ospedale in attesa che le indagini riprendano.

Ora infatti c’è da stabilire se i due erano effettivamente collegati con l’attentato, se erano gli unici due partecipanti all’azione, ma soprattutto il motivo che li ha spinti ad un atto del genere.

Foto AFP / CBS News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *