DOPING: Asli Cakir Alptekin squalificata per 8 anni, perde quattro medaglie

Asli Cakir AlptekinE’ arrivata la sentenza per il caso di doping durato due anni riguardante la positività dell’atleta turca Asli Cakir Alptekin che alle Olimpiadi di Londra aveva vinto l’oro nei 1500m.

Il Tribunale Arbitrale dello Sport ha accettato l’accordo stipulato tra l’atleta e la IAAF di 8 anni di sospensione e il ritiro della medaglia e del titolo olimpico.

Dopo aver riscontrato delle anomalie nel passaporto biologico sono state aperte delle indagini che hanno dimostrato una manipolazione dei valori ematici dal 29 luglio 2010 al 17 ottobre 2012; nel 2013 la IAAF aveva fatto ricorso dopo che la Federazione Turca era riuscita a salvare l’atleta dalla squalifica.




Con questa sanzione vengono cancellati i risultati della Alpetkin a partire dal 2010, la turca perde quindi anche la medaglia d’oro europea di Helsinki 2012, quella di bronzo ai Mondiali Indoor di Istanbul 2012 e l’oro alle Universiadi di Shenzen 2011. Cambiano i podi e nei primi due casi a salire sul gradino più alto è la connazionale Gamze Bulut, a Istanbul il bronzo mondiale va alla bielorussa Natallia Kareiva mentre l’oro delle Universiadi passa all’ucraina Anna Mishchenko.

La Alptekin era già stata trovata positiva nel 2004 ai Mondiali Junior ed aveva ricevuto due anni di squalifica.

Foto Olivier Morin/AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *