BRESSANONE : Campionati Italiani Individuali Junior/Promesse – Marcia

Risultati (fonte: fidal.it)

Per la marcia, data la lunga durata delle gare, Juniores e Promesse sono partiti insieme. Per entrambe le categorie, la gara era indicativa rispettivamente per gli Europei a Tallin e quelli ad Ostrava per gli U23.

Nella 10km maschile si porta subito avanti Federico Tontodonati che detta il ritmo costante a 4’12” al km per la prima parte di gara. Dietro di lui lo seguono le altre due Promesse Macchia e il ritrovato finanziere Vito Di Bari. Per i primi km tentano di seguire questo treno anche gli Juniores Stano, Dei Tos, Serra e Girardi ma subito se ne vedono le conseguenze: Serra viene squalificato dopo nemmeno 10′ di gara, e Stano e gli altri due prendono un cartellino a testa, segno che l’andatura non era alla loro portata. Poco dopo il 5° km di gara, Girardi, già in possesso del minimo per gli Europei, viene però squalificato e Dei Tos approfitta del secondo cartellino rosso attribuito a Stano per allungare e distaccarlo. A questo punto erano rimasti solo loro due a giocarsi il titolo e Massimo Stano coraggiosamente decide di rischiare il tutto per tutto per recuperare l’amico-rivale e andarsi a conquistare l’ennesimo titolo italiano con il tempo (non un granchè per lui) di 43’30”14. Conferma comunque il minimo già ottenuto in precedenza, il veneto che arriva dopo 43’42”54 di gara. Nel frattempo Federico Tontodonati aveva già concluso la gara in solitaria con l’ottimo tempo di 41’35”65; secondo Di Bari che sigla lo SB (season best) con 42’32”00. Terzo il poliziotto Macchia che arriva qualche secondo prima di Stano.

Passiamo alla 5km femminile dove indubbiamente la sfida per il titolo italiano Promesse è tra Eleonora Giorgi e Antonella Palmisano, mentre tra la Juniores se la sarebbero giocata Federica Curiazzi e Sara Loparco. Si parte subito al ritmo costante di 4’30” e le due Promesse mettono già in fila tutte le altre senza pensarci due volte. Gara “a parte” per le Junior tra cui si fa rivedere nel gruppo di testa dopo un lungo periodo di stop, Francesca Cocchi che aveva vestito in azzurro su questa pista in occasione dei Mondiali Allievi nel 2009.  Ma è evidente che è la giornata della pugliese Loparco che va a conquistare la sua prima maglia tricolore con il buon tempo di 24’09”72. Rimangono invece molto indietro nella parte finale, la favorita alla vigilia Curiazzi seconda quindi con 24′ 58” e 3” dopo di lei arriva la Cocchi. Ancora una volta quest’anno la finanziera Palmisano non riesce a battere  l’atleta delle Fiamme Azzurre che va a vincere quindi con il tempo di 22’41”60;  una decina di secondi dietro arriva Antonella che non è mai riuscita ad esprimersi al meglio su questa breve distanza.

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *