News : E' morto Cosimo Caliandro, atleta delle Fiamme Gialle

Qualche ora fa mi è giunta una dolorosa notizia, quella della morte di Mimmo Caliandro, atleta che quasi sicuramente molti di voi conosceranno.

Un incidente stradale in moto ha interrotto la sua carriera da grande atleta.

Per noi pugliesi era semplicemente un mito. Non c’è stato nemmeno un mezzofondista che da Cadetto non abbia sognato di battere il suo record regionale e italiano sui 1000 e 2000 metri, e una volta diventato Allievo non sia rimasto con gli occhi sgranati nel vedere un 3’45” sui 1500m nella tabella dei record regionali (naturalmente è anche questo record italiano).

Per molti era un modello da seguire, è stato uno dei pochi mezzofondisti ad entrare nelle Fiamme Gialle e nel mezzofondo si sa, è veramente dura arrivare a certi livelli.

Purtroppo la sua storia di atleta è stata costellata di problemi fisici, ma non gli hanno impedito di vincere il Titolo Europeo Indoor sui 3000m nel 2007 e ottenere numerose convocazioni in nazionale.

Siamo vicini alla famiglia, ai due figli e al fratello Francesco, atleta come lui.

Pubblicato in News

1 commento su “News : E' morto Cosimo Caliandro, atleta delle Fiamme Gialle

  1. Ecco una mia poesia dedicata all’atleta da poco scomparso Cosimo Caliandro scritta di getto a poche ore dall’accaduto:

    CORSA FOLLE VERSO L’INFINITO
    Quanto è difficile sai
    essere veloci… forse un po’ troppo
    correre d’istinto
    come voler volare sopra il cielo

    Però certe volte la troppa gloria
    in difficoltà eccelsa
    ti spinge a correre più in alto che puoi
    così da perdere il senso della vita

    Come si fa a vivere in questo modo?
    Come la vita decide di terminare?
    Solo con un rombo gettato
    dal lontan rimbombo delle scarpe
    che un tempo fa udirono tutti in tv
    mentre ti tuffavi in un triangolo d’acqua
    per raggiungere quell’oro e tanta gloria

    Forse l’acqua presa ti è stata di getto
    quell’ostacolo da superare, ennesimo
    era stato troppo alto per te
    ma increduli ci stringiamo a te
    assurdi e sbalorditi ti rincorriamo
    perché anche noi vogliamo come te
    raggiungere quell’oro tanto ambito…

    Cosa assurda questa impronta
    che ci è stata riferita di scatto
    verso quel salto verso l’infinito e oltre
    che hai iniziato a intraprendere
    sapendo che lì potrai correre quanto vorrai
    senza stancarti e passando bene tutti gli ostacoli…
    sarà che hai voluto da sempre
    una pista volante che in cielo risplende
    di quel salto che improvviso hai fatto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *