MONDO : La lunga "black-list" degli atleti squalificati per doping

Il doping è la malattia di tutti gli sport, e in quelli in cui il fisico viene messo a dura prova come nell’atletica la tentazione di ricorrervi è sempre più forte.

Ben lo dimostra la lista degli atleti banditi dall’atletica che ad oggi conta ben 156 atleti (tra i quali 6 italiani di cui 2 donne) nel mondo ai quali viene impedito di gareggiare.

Lista degli atleti sanzionati

Le sanzioni vanno da 2 anni di stop fino alla squalifica a vita.

Sono rimasto stupito per le innumerevoli varietà di sostanze diverse che vengono usate, tutte dai nomi impronunciabili (Epitestosterone, Metandienone, Norandrosterone, ecc) che fanno passare la voglia di usarli solo a nominarli.

Scorrendo i vari nomi ho provato un senso di cinico sadismo nel vedere la scritta “Life Ban” accanto ai nomi degli atleti che sono stati beccati per 2 volte dopati.

Lo sconforto invece mi ha assalito quando ho letto accanto al nome di un italiano, Gaetano Civiello, una condanna di “soli” 12 anni per l’accusa di “detenzione, uso e traffico di sostanze proibite“. Navigando un po’ in rete ho scoperto che il signor Civiello è un amatore quasi cinquantenne che è approdato alla corsa dopo aver evitato in maniera astuta una squalifica per doping nel ciclismo.

Io ora mi chiedo: cosa spinge un signore, probabilmente padre di famiglia, ad assumere sostanze dopanti in competizioni amatoriali? Forse sarebbe il caso che andasse a dare una sfogliata al dizionario di Italiano per rinfrescarsi la memoria sul significato del termine “amatoriale”. Mi risulta difficile comprendere questo gesto anche mettendo da parte l’aspetto morale. Al posto di spendere tutti quei soldi in “farmacia” non poteva utilizzarli in famiglia? Non conosco la situazione economica di questo tizio (non mi sognerei mai di chiamarlo atleta) ma in ogni caso è risaputo che il doping comporta dei costi enormi.

Un tempo, un certo De Coubertin disse “l’importante non è vincere, ma partecipare“. Oggi penso si stia chiedendo cosa l’abbia detto a fare.

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *