TWITTATLETICA (30/10-5/11): Adam Gemili con Call of Duty, le reali parole di Kipsang a Desisa

Fuori piove e non sapete che fare? Ci pensiamo noi a distrarvi con una nuova puntata di Twittatletica!

10 – Chi li aveva mai visti Shubenkov e Barshim vestiti così?

9Renaud Lavillenie si rilassa alle terme per essere al top nella preparazione.

8Robert Harting, sebbene non coinvolto direttamente, si lamenta per gli eccessivi scioperi dei treni.

7 – Problemi con la macchina per Nicola Vizzoni?

6 – A quanto pare Bernard Lagat se la cava in pista ma un po’ di meno a golf…



5Lolo Jones, finito il Gran Premio di Austin di Formula 1 al quale ha assistito, si fotografa con Keanu Reeves e Gordon Ramsay.

4 – Come vi avevamo già annunciato Christian Reif si è ritirato dall’attività agonistica: il compagno di specialità Greg Rutherford si dimostra dispiaciuto di non poterlo più vedere in pista in futuro.

3Jessica Zelinka ci mostra quali creazioni possano uscire con un’ora libera durante una mattinata di scuola!

2Adam Gemili è riuscito ad avere l’edizione appena uscita di Call of Duty: con questo gesto saluta la sua vita sociale.

1 РMolti di voi avranno visto il finale della maratona di New York di domenica, nel quale Kipsang, dopo essere stato urtato involontariamente da Desisa, gli ha parlato. Molte sono state le versioni sulle parole che avrebbe detto, ma una sola ̬ quella attendibile: ecco a voi la versione ufficiale direttamente dal sito di Wilson Kipsang.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *